L’acetosa per dimagrire – calorie e valori nutrizionali

L’acetosa è una delle piante più comuni nel nostro paese: può essere trovata in molti giardini e persino nei prati. Non tutti sanno che è un integratore alimentare molto prezioso e che può aiutare a perdere peso.

Vale la pena utilizzare l’acetosa per dimagrire, soprattutto perché ha poche calorie e contiene molte vitamine e minerali indispensabili per l’organismo. Quali sono le sue proprietà, cosa contiene di così prezioso e come utilizzarla in cucina?

L’acetosa per dimagrire – perché aggiungerla al nostro menu?

Chi segue una dieta riduttiva, dovrebbe mangiare quanti più prodotti salutari, con poche calorie e contenenti molte sostanze nutritive. In questo modo è possibile riempire i pasti in modo intelligente, evitando degli inutili eccessi di energia.

Tra i prodotti di questo tipo dominano le verdure a foglie verdi. Tra queste si distingue in modo particolare l’acetosa, consigliata per dimagrire.

Questo ingrediente dall’apparenza poco significante e dal sapore leggermente aspro, non è solo un ottimo elemento di contorno per moltissimi piatti, ma anche una ricca fonte salutare di vitamine e minerali.

Ha degli effetti benefici sull’intero organismo, dall’apparato digerente, all’aspetto della pelle, fino all’immunità.

Sfruttando l’acetosa, possiamo creare dei piatti gustosi e nutrienti, poco calorici, che andranno a completare in modo ideale il menu giornaliero di chi è intenzionato a perdere i chili di troppo. Usando l’acetosa per dimagrire, si possono accelerare gli effetti della dieta, senza intaccare quegli ingredienti importanti per la salute.

Proprietà salutari dell’acetosa

Le molteplici proprietà salutari dell’acetosa, la rendono un ingrediente altamente raccomandato in qualsiasi dieta. Come funziona esattamente e per quali tipi di disturbi ne viene raccomandato l’uso?

Supporto all’apparato digerente

L’acetosa ha un effetto positivo sul funzionamento dell’intero sistema digestivo. Ciò è dovuto principalmente a composti chiamati tannini e all’alto contenuto di fibre. – segnala Webmd.com

ImportanteÈ consigliata per vari disturbi dell’apparato digerente. Può ridurre significativamente o arrestare completamente i sintomi della diarrea. Attenua gli effetti dell’intossicazione alimentare.

Ha effetti stimolanti sulla peristalsi intestinale, aiuta a purificare l’intestino, prevenendo la stitichezza. Accelera il processo digestivo, regolando le funzioni dell’apparato digerente.

Efficace contro i batteri ed i funghi

L’acetosa ha anche proprietà battericide e fungicide. È consigliato in caso di micosi e infezioni da alcuni batteri, come lo stafilococco aureo o il bacillo del fieno (Bacillus subtilis).

Rimedio contro la tosse

L’acetosa aiuta a curare la tosse nelle infezioni respiratorie delle vie aeree superiori. È anche un rimedio efficace per il catarro ed è quindi consigliato per raffreddori ed influenze varie. [1]

Il supporto fornito dall’acetosa nelle infezioni respiratorie è molto apprezzato dai farmacologi: gli estratti di questa pianta sono un componente di molti sciroppi per la tosse e farmaci per l’infiammazione dei seni paranasali.

L’acetosa come cosmetico di bellezza

L’acetosa rallenta il processo di invecchiamento della pelle, rendendola giovane, sana e perfettamente idratata nel tempo.

Protegge dalla formazione delle rughe, migliorando la compattezza della pelle. Combatte efficacemente la depigmentazione dell’epidermide.

Migliora l’immunità del corpo

L’acetosa ha anche effetti benefici sul sistema immunitario. È d’aiuto durante la convalescenza a seguito di fratture ossee, accelera la guarigione delle ferite. Aiuta a sconfiggere più velocemente le infezioni e combatte vari tipi di virus.

Migliora l’efficienza del fegato, aiutando a disintossicare il corpo e a liberarsi dalle tossine.

Contrasta i processi di ossidazione causati dai radicali liberi, proteggendo così dal cancro.

L’acetosa è anche utile nella cura dell’anemia, grazie alle sue proprietà ematopoietiche.

Acetosa – i valori nutrizionali

Se desideriamo includere l’acetosa nella nostra dieta dimagrante, i valori nutrizionali sono ovviamente di fondamentale importanza. In 100 g di acetosa si trovano:

  • Proteine – 2,0 g
  • Grassi – 0,7 g
  • Carboidrati – 3,2 g
  • Fibre – 2,9 g

Inoltre contiene vitamine nelle seguenti quantità:

  • Vitamina A – 641,00 µg
  • Vitamina B2 – 0,3 mg
  • Vitamina B6 – 0,15 mg
  • Acido folico – 13,00 µg
  • Vitamina C – 35,00 mg
  • Vitamina E – 0,3 mg
  • Vitamina PP – 0,59 mg

L’acetosa è anche ricca di minerali:

  • Zinco – 0,8 mg
  • Fosforo – 23,00 mg
  • Magnesio – 19,0 mg
  • Potassio – 333,0 mg
  • Sodio – 14,0 mg
  • Calcio – 80 mg
  • Ferro – 2,0 mg

Acetosa – calorie

In una dieta riduttiva a base di acetosa, le calorie sono di fondamentale importanza: è un ortaggio con un contenuto calorico molto basso, quindi si integra perfettamente nel menu di chi desideri bruciare efficacemente i grassi in eccesso.

100 g di acetosa cruda sono solo 22 kcal.

100 g di acetosa cotta – 20 kcal.

Grazie all’acetosa potrai preparare dei piatti nutrienti e poco calorici allo stesso tempo. Vale la pena usare l’acetosa per dimagrire, grazie ad essa si potrà creare una dieta salutare che non ti farà soffrire di fame e che contribuirà ad arricchire l’organismo dei nutritivi necessari.

Come introdurre l’acetosa nella propria dieta?

L’acetosa può essere facilmente introdotta nella tua dieta, è un ortaggio gustoso, facilmente reperibile ed economico. È una pianta perenne, facilmente coltivabile anche nel giardino di casa.

La zuppa di acetosa è ad es. uno dei piatti più conosciuti della cucina dei paesi dell’est.

Viene preparata con delle foglie tritate di acetosa e panna, il più delle volte viene servita accompagnata da un uovo sodo.

L’acetosa è ottima anche come base per tutti i tipi di insalate: è molto buona anche cruda, basta selezionare le foglie più giovani e tagliare gli steli più duri.

Grazie al sapore leggermente acido, l’acetosa si accompagna perfettamente alle carni. Viene anche usata per creare una salsa, che viene servita in Francia con piatti di pesce.

Molto spesso l’acetosa viene abbinata a latticini ricchi di calcio, come panna o uova, perché limitano l’azione dell’acido ossalico contenuto nel vegetale.

Ricetta per la zuppa di acetosa

Questa zuppa come già detto proviene dai paesi dell’est, come ad es. la Polonia, dov’è ritenuta una vera delizia per il palato. Se ben preparata, non è solo gustosa, ma è ricca di vitamine e sostanze nutritive minerali. È un piatto ideale per le diete dimagranti, poco calorico e allo stesso tempo completo.

Per preparare la zuppa di acetosa occorrono:

  • una manciata di acetosa,
  • 2 litri di brodo di pollo o vegetale,
  • carota,
  • prezzemolo,
  • cipolla,
  • pimento e alloro,
  • sale e pepe,
  • uovo,
  • panna.

Preparazione:

Lessate il brodo con le verdure fino a renderle morbide. Togliete le carote e il prezzemolo dalla zuppa e grattugiateli, quindi aggiungeteli nuovamente al brodo. Sciacquare e tritare finemente l’acetosa, quindi aggiungerla alla zuppa. Lessare per qualche minuto e addensare il brodo con la panna.

Servire con un uovo sodo.

A cosa devi stare attento?

L’acetosa è un’aggiunta salutare a qualunque tipo di dieta, bisogna però stare attenti a non esagerare con le quantità. Una porzione non dovrebbe contenere più di 100 g, questo a causa degli ossalati.

Importante

L’acido ossalico può portare alla lisciviazione del calcio dall’organismo, quindi dovresti stare attento a consumarlo nella giusta quantità e integrare i tuoi piatti a base di acetosa con cibi ricchi di calcio.

Inoltre, gli ossalati possono accumularsi nel tratto urinario e causare urolitiasi. Chi non eccede nel dosaggio consigliato non corre questo rischio.

Gli ossalati sono presenti anche in altri alimenti, come spinaci, rabarbaro e persino caffè e tè. Si stima che il loro eccesso nel corpo sia molto più spesso causato da queste bevande, che dalle verdure a foglie verdi.

L’acetosa è sconsigliata in caso di reumatismi e malattie renali.

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *